Giovedì, 21 Marzo 2019 raimondi's blog
.:INFO BLOGGER:.
-Sesso: uomo
-Età:38
-Città:belluno

+Visualizza Galleria Foto











.:RICERCA PER:.

Che cosa?
Titolo
Post

Dove?
Tutti i blog
Solo in questo







.: VISUALIZZA FOTO :.




.:BLOG AMICI:.
nessun valore inserito!


.:INFO BLOG:.
raimondi non è connesso!
Post inseriti: 47
Commenti totali: 1

Post più commentato:
Commenti: 1 Vai!

Ultimi visitatori:
ospite ospite ospite ospite ospite ospite ospite ospite ospite ospite

Totale visitatori: 11278
<< Marzo 2019 >>
DoLuMaMeGiVeSa
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
.:Mese corrente:.
.:Visulizza altri 10 post precedenti:.

raimondi's BLOG



.:Ultimi commenti:.


Pag. | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |

.:Titolo: Comunicare le montagne bellunesi
06/01/12 8:18

Il Piano di informazione Locale delle Alte Terre ha ‘raccontato’ lungo tutto il 2011 le storie di alcuni produttori della provincia di Belluno e delle loro eccellenze. L’Italia del Gusto ha già scelto la ’squadra’ di comunicazione che anche nel 2012 accompagnerà le diverse iniziative di informazione.

L’Enoteca Elisir

Per quanto riguarda i vini , la delegazione de l’Italia del Gusto ha sempre valorizzato i consigli e le segnalazione dell’Enoteca Elisir di Santa Giustina,che propone una ampia scelta di vini regionali, nazionali ed internazionali, assieme ad una accorta e pregevole selezione di eccellenze agroalimentari (043788424).L’enoteca è socia di VINARIUS che comprende più di centocinquanta enoteche, dislocate sul terrritorio Italiano ed in alcuni Paesi Esteri, che hanno il fine comune di divulgare la cultura del Vino tra gli appassionati e non.

Trattoria Berton

L’Italia del Gusto ha scelto anche per le proprie iniziative di informazione nel 2009 la Trattoria Berton a Busche, quale ‘tana del gusto’, ove assaggiare e degustare ble eccellenze delle Dolomiti.

Le macellerie dei fratelli Sperandio

A Villa di Villa e Canale d’Agordo Flavio e Adriano Sperandio,nelle loro Macellerie, deliziano i palati con salumi di tradizione, fra i quali è impossibile non citare gli speck di fine fattura artigianale. La proposta delle carni è basata sulla scelta nelle stalle locali, secondo una tradizione che gli Sperandio non hanno mai abbandonato.

Il Mulino Cesa

Tatiana Cesa da anni partecipa alle iniziative di informazione che la delegazione de l’Italia del Gusto ‘Alte Terre’ sviluppa in Valbelluna.

Il Mulino Cesa ha sede in Villa di Villa ( paese antichissimo del Comune di Mel, la cui chiesa è abbellita da numerose e pregevoli opere d’arte come quelle del maestro Luigi Cima), propone la polenta e le farine che l’ hanno reso celebre ben oltre i confini locali. Fra le altre vogliamo ricordare la farina di mais “sponcio”, che è una vecchia varietà di mais ad impollinazione libera, coltivato nella provincia di Belluno dall’ottocento. La farina che si ottiene possiede caratteristiche nutritive più elevate grazie anche alla tradizionale tecnica molitoria che assicura la presenza delle più importanti vitamine, sali minerali e lipidi vegetali.

L’area classica di produzione e coltivazione (nel passato e attualmente) è la Val Belluna, ma in maniera più tipica e tradizionale la conca feltrina e soprattutto i Comuni di Cesiomaggiore, Feltre, Fonzaso, Seren del Grappa, Pedavena, Arsiè, San Gregorio nelle Alpi.

Panificio Andy

A Cesiomaggiore Andy il Fornaio di Mauro Zanella interpreta da anni il pane e i dolci della tradizione,non mancando di partecipare alle diverse iniziative di informazione de l’Italia del gusto.Dal 2011 il settore della pasticceria si è arricchito di nuove proposte, sempre con un profilo qualitativo ineccepibile.

Latteria di Sedico

Per quanto riguarda i formaggi, L’Italia del Gusto ha sempre privilegiato i prodotti della Latteria di Lentiai e le eccellenze della Latteria di Sedico. La latteria è stata fondata nel 1922 e da allora lavora il latte conferito dalle aziende agricole situate nel territorio del comune di Sedico. Il latte di ottima qualità, viene trasformato con sistemi artigianali ottenendo prodotti che riscontrano un notevole apprezzamento tra la clientela (Schiz,Ricotta fresca, Ricotta affumicata a legna morbida o secca,Burro,Mascarpone,Formaggio Gresal,Sedico,Noal,Formaggi speziati,Pressato, Molli da tavola, Caciotta,Magro,Misto capra,Prapavei,Rustego -0437 83717).

La Vigna e Pizzeria Pizza e Via

Le carni degustate alla Trattoria Berton nel 2011,erano state opportunamente innaffiate dagli ottimi vini del Piave selezionati da La Vigna di Villabruna, che nel suo generoso luogo dei desideri propone i vini dell’azienda agricola Nadal di Santa Lucia di Piave (sia gli sfusi che le bottiglie), con ottimo successo.

L’Azienda agricola Valerio Nadal esiste dal 1925 e propone diverse tipologie di grappe e vini bianchi e rossi, fornendo le schede di degustazione e gli accostamenti gastronomici più adatti.

“ Per chi vuole poi un qualcosa di particolare, sono in grado di assicurare vini di diverse zone d’Italia e d’Europa, siano essi privati che pubblici esercizi”, ci dice il titolare

che , nella bottega accanto, gestisce anche la Pizzeria da asporto Pizza e Via.

Di questi tempi viaggiamo troppo spesso con la bottiglia di acqua minerale di scorta,segno di cattiva lievitazione e di uso di materie prime di dubbia qualità. E pensare che usare materie prime scadenti non costa tanto meno dell’uso di materie prime eccellenti. La pizza è la pizza. Qui da Pizza e Via potrete trovare una interpretazione saggia ed onesta.A noi, vagabondi del gusto è piaciuta per davvero !

Le carni dellì’azienda agricola Pradel

Il cotechino e le salsicce dell’azienda agricola Pradel sono, per davvero,eccellenti.

Non siamo riusciti a strappare ai Pradel i segreti della lavorazione. Nel loro spaccio-laboratorio di potrete trovare le carni delle loro fatiche e i salumi di tradizione.

Non manca ,ovviamente, il bellunesissimo pastin, nella versione classica.

Il pastin è una pietanza tipica bellunese a base di carne tritata alla grossa di maiale e/o manzo, simile alla salsiccia (tipicamente veneta), salata e speziata, o piu semplicemente l’impasto del salame appena fatto e non stagionato. Il pastin è inserito nell’elenco dei prodotti tradizionali veneti. Noto fin dal medioevo, è un cibo prevalentemente invernale, ed abbinato alla classica polenta, veniva un tempo consumato al momento dell’abbattimento del maiale. Può essere consumato crudo, spalmato sul pane o alla griglia o può essere parte di ricette più complesse.Tipico e vivamente apprezzato da bellunesi e non, è il famoso panino con pastin e formai (formaggio) alla piastra, classica pietanza servita nelle sagre paesane del bellunese.

Non mancano sul banco dei Pradel le proposte cucinarie veloci, interpretate con fantasia.

———————————
Leggi anche:
Leggi commenti (0)





.:Titolo: Le Giornate del Tartufo Zigante 2011 a Levade (Istria-Croazi
10/09/11 15:33

Le Giornate del Tartufo Zigante di Levade si svolgono anche quest' anno nei mesi di ottobre e novembre. La Fiera inizia nei giorni 1 e 2 ottobre e prosegue di sabato e di domenica (dalle ore 12,00 alle ore 17,00) in tutti i week end fino al 12 e 13 novembre.

Da ricordare ( 8 e 9 ottobre), oltre alla Mostra del Tartufo Bianco,la presentazione gastronomica delle specialità istriane ; il 15 e 16 ottobre la preparazione e la vendita di specialità al tartufo ;

il 22 e il 23 ottobre l'Asta del Tarufo e la promozione delle eccellenze istriane premiate ; il 29 e il 30 ottobre cooking show con ospite a sorpresa ; il 5 e 6 novembre l'asta del tratufo e la scelta del tratufo più grande e più bello ; il 12 e 13 novembre la caccia al tartufo e la chiusura solenne delle Giornate del tartufo Zigante 2011, con programma e ospiti a sorpresa.

La manifestazione ha fatto diventare Levade il più importante centro per la raccolta e la commercializzazione del tartufo bianco. Alla fiera i visitatori possono scegliere e votare i tartufi più grandi e quelli più belli. Vengono organizzate pure delle dimostrazioni guidate per la ricerca e la raccolta del tartufo. Vi si possono degustare anche le altre eccellenze della terra istriana : il vino, l’olio di oliva, i formaggi, il miele, la grappa . Lungo tutto l’arco della durata della mostra, una giuria specializzata assegna dei voti premiando il “re della fiera”- il tartufo bianco istriano che si può acquistare all’asta pubblica.






Inserisci Commento!
Leggi commenti (1)





.:Titolo: Le Terre di Padova alla rassegna internazionale di Dolo
27/02/11 7:59

Dal 6 all' 11 marzo si terrà a Dolo (Venezia) una manifestazione denominata 'Dolo:i sapori dell'Altro', promossa dalla Associazione l'Altratavola, dal progetto InfoRiviera (sotto il Patrocinio del Comune di Dolo) dalla Associazione Internazionale Azione Borghi Europei del Gusto,con il Patrocinio della provincia di Venezia.
Si tratta di una rassegna informativa che mette a confronto giornalisti e comunicatori, rappresentanti delle Istituzioni e delle Associazioni, Aziende del settore agroalimentare e turistico, provenienti da ben 5 Paesi Europei (Austria,Slovenia,Croazia, Ungheria e San Marino) e 6 regioni italiane (Emilia Romagna, Veneto,Friuli Venezia Giulia,Campania,Liguria, Calabria), sui temi della valorizzazione e della comunicazione territoriale.
Anche le Terre di Padova partecipano alla rassegna, grazie ad una delegazione guidata da Gabriella e Maurizio, de 'Il Cavallo' di Noventa Padovana, che proporranno la tradizione delle carni equine. Accompagneranno la degustazione le paste artigianali de
La Pasta del Padovano, i vini selezionati dlla Cantina Noventana e la polenta di Mulina di Brugine.
La rassegna si svolge presso l' Hotel Casa a Colori di Dolo, che nasce dalla ristrutturazione di un antico monastero del '500 e che tutt'oggi rispecchia l'architettura classica delle antiche 'case rurali' venete. Casa a Colori fa parte di un Consorzio di Cooperative,,Consorzio Villaggio Solidale, e gestita dalla Cooperativa Sociale Città So.La.Re. La filosofian ispiratrice di questo progetto unisce la passione per l'accoglienza ai valori etici di chi prende a cuore importanti iniziative di solidarietà sociale e di promozione del territorio. Dolo si trova nella Riviera del Brenta, un insieme di paesi (oltre a Dolo Mira,Fiesso d'Artico,Fossò,Oriago,Strà e Malcontenta), sorta lungo l'antico corso del Brenta,il fiume che unisce Padova a Venezia. Grazie alla sua posizione strategica la Riviera ha vissuto dal '500 al '700 un periodo di grande splendore che l'ha trasformata in luogo di villeggiatura privilegiato dai ricchi patrizi veneziani e dai signori padovani.
Leggi commenti (0)





.:Titolo: Borgoricco al Festival Europeo del Gusto
27/10/10 18:36

La Biblioteca Comunale e il Comune di Borgoricco hanno aderito alla rete dei Borghi Europei del Gusto nel 2008,dopo lam partecipazione al 1° CompCamp della Comunicazione Territoriale che si era svolto a Concordia Sagittaria (Venezia).
I giornalisti e i comunicatori della Azione Terre della Storia visiteranno Borgoricco nel corso del Festival europeo del gusto che si terrà in Veneto dal 28 novembre al 10 dicembre.
Al centro dell'interesse il Museo della Centuriazione Romana.

Museo della Centuriazione Romana di Borgoricco
Viale Europa, 12
35010 BORGORICCO (PD)

Orario di apertura:
Da lunedì a sabato 9,00 – 12,00
lunedì – mercoledì – venerdì 15,00 – 18,00
domenica solo su prenotazione

(Luglio - Agosto: chiuso il lunedì mattina e l'orario pomeridiano viene posticipato dalle ore 17.00 alle 20.00
Settembre - Gennaio: chiuso il lunedì mattina)

Visite guidate e laboratori didattici su prenotazione.

Per maggiori informazioni:
tel.: 049-9336321
email: museo_(at)_comune.borgoricco.pd.it
Leggi commenti (0)





.:Titolo: I VINI DEI COLLI EUGANEI ALL'AGRICAMP 2010 : Pareri e Opinio
07/03/10 15:21

Giovanni Meneghini, amministratore delegato de Il Gusto Italiano e Presidente del Comitato di Certificazione Europea del Gusto,intervenendo alle giornate di informazione di AgriCamp 2010,il Campo della Comunicazione Territoriale in Agricoltura, ha commentato :

“ Se penso a quello che era la vitivinicultura dei Colli Euganei alcuni anni orsono, non posso che

segnalare l'impegno rigoroso che molte aziende stanno perseguendo a livello di eccellenza enoica.

In questi giorni abbiamo assaggiato degli ottimi vini,che rendono giustizia alla cattiva nomea che questa zona si era fatta tra gli esperti per produzioni quantitative esasperate e del tutto inadeguate.”

Mimmo Vita, presidente nazionale UNAGA, nel corso della tavola rotonda di apertura di AgriCamp 2010, ha osservato : “ Personalmente amo i vini rossi dei Colli Euganei, anche se la zona è conosciuta soprattutto per i suoi ottimi vini bianchi”.

Gli stessi concetti sono stati ribaditi anche da Antonio Dal Santo, presidente del Consorzio di Tutela dei Vini DOC dei Colli Euganei.

Il Comitato di Certificazione Europea del gusto sta scegliendo in questi giorni i vini e le aziende della provincia di Padova da invitare alle manifestazioni della rete dei Borghi Europei del gusto.
Leggi commenti (0)





.:Titolo: La Grappa Cavalin ad AgriCamp
28/02/10 17:03

Giovanni Meneghini, presidente del Comitato Europeo di Certificazione del Gusto (persona certamente non incline ai facili entusiasmi), è stato perentorio : “ Un'ottima grappa”.

Colpevole di simile bontà è il distillato della famiglia Cavalin di San Martino di Lupari, presentato venerdì 26 febbraio, nel corso di Agricamp in quel di Vo' Euganeo, promosso dall' Associazione Internazionale Azione Borghi Europei del Gusto e dall' Associazione L'AltraTavola, Movimento dei Cenacoli del Gusto , sotto il Patrocinio della Provincia di Padova, Assessorato all'Agricoltura e sotto il Patrocinio del Parco Regionale dei Colli Euganei , Assessorato all'Agricoltura , in collaborazione con l'Associazione Culturale Enogastronomica Cantine di Marca ( Patrocinata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali).

Fondate nel 1959, le Distillerie Cavalin in questi anni hanno raggiunto brillanti risultati, testimoniati anche da prestigiosi riconoscimenti in ambito internazionale: l' ultimo, ma solo in ordine di tempo, è la medaglia doro conquistata a giugno all'ISW 2009 (Internationaler Spirituosen Wettbewerb) per la Grappa IN di Amarone Barrique.

Un cammino iniziato negli anni 80 quando Valerio Cavalin si affianca al padre e al fratello nella gestione dell' azienda, introducendo importanti novità, come la distillazione con metodo discontinuo, la preferenza al vitigno unico e un monitoraggio continuo e costante sulla materia prima ovvero le vinacce, scelte solo se di altissima qualità. Sono questi fattori, uniti ad una sapiente attività di marketing, a permettere alle Distillerie Cavalin di distinguersi nel proprio settore

Con passi regolari ma determinati, le Distillerie Cavalin arrivano a proporre una gamma di grande eccellenza: come la linea IN, dove il prodotto di punta è la Grappa di Amarone Barrique, la 50 Gradi (anche in versione Riserva 9 anni), dedicata a chi preferisce la grappa a gradazione piena, e MaVie, con vinacce provenienti esclusivamente dal Veneto.

Attualmente la produzione è di 250mila bottiglie all'anno, di cui il 10 % prende la strada dellestero, principalmente verso Francia, Germania, Olanda, Belgio, Lussemburgo e dal settembre 2009, anche Canada. Sono questi i numeri con cui le Distillerie Cavalin si preparano a festeggiare i loro primi cinquantanni.
Leggi commenti (0)





.:Titolo: Presentato a Padova AgriCamp
21/02/10 10:09

Si è tenuta a Palazzo Santo Stefano , a Padova,sede della Amministrazione Provinciale, la conferenza stampa di presentazione di AgriCamp,il 1° Campo della Comunicazione Territoriale in Agrociltura che si terrà dal 25 al 27 febbraio a Teolo e Vo' Euganeo.
La presentazione alla stampa locale e nazionale è stata fatta da Domenico Riolfatto,Assessore all'Agricoltura della Provincia di Padova, Gianni Callegaro (Assessore all'Agricoltura del Parco Regionale dei Colli Euganei),Roberto Cavasin
(Presidente della Associazione Culturale Enogastronomica Cantine di Marca), Mauro Riotto (Presidente della Associazione
Internazionale Azione Borghi Europei del Gusto) e Renzo Lupatin (Presidente della Associazione L'AltraTavola).
La conferenza stampa ha conosciuto anche la partecipazione di Dario Penco, dell'Ufficio Turistico di Umago e Walter Bassanese, direttore dell'Ufficio Turistico di Buie, che hanno presentato le eccellenze dell'agricoltura dell'Istria Croata.
L'Istria parteciperà infatti ad AgriCamp, con lo status di Ospite della rete dei Borghi Europei del Gusto
( Salvore,Umago,Buie,Novigrad-Cittanova e Verteneglio sono infatti inserite da tempo nella rete).
AgriCamp, nelle intenzioni degli organizzatori e delle istituzioni Padovane, dovrebbe diventare un appuntamento fisso nei Colli Euganei.
Leggi commenti (0)